La GdF sequestra 10mila litri di gasolio a prezzo agevolato, un autoarticolato ed una cisterna per un valore di € 50.000, denunciato autotrasportatore di Altamura

Una manovra azzardata, compiuta lungo la provinciale 235 di Santeramo (BA), ha insospettito il nucleo dei finanzieri di Altamura che hanno seguito a distanza un autoarticolato, telonato, con targa italiana, che ha concluso la sua corsa in un piazzale di un casolare abbandonato. La pattuglia, intervenuta per i controlli, ha notato subito una grossa cisterna con all’interno 10mila litri di gasolio per uso agricolo, facilmente distinguibile dal carburante comunemente utilizzato per il trasporto su strada, per via della particolare colorazione “verde alzarina”.

 Il gasolio utilizzato per le attività agricole, orticole, silvicolturali, floricole, di allevamento e di itticoltura, diversamente da quello per l’autotrazione, gode di una particolare riduzione dell’accisa e dell’I.V.A. (del 10% anziché del 22%),  con un prezzo finale più basso dello 0,50 euro al litro.

All’autotrasportatore, denunciato per i reati di ricettazione, sottrazione all’accertamento e pagamento dell’accisa sui prodotti energetici e irregolarità nella circolazione, gli sono stati sequestri sia i 10.000 litri di gasolio agricolo, sia il mezzo, per un valore complessivo di 50.000 euro.

Dall’inizio dell’anno, sono 45.000 i litri di gasolio di contrabbando sequestrati dalla Guardia di Finanza di Altamura per un valore commerciale di circa 70.000 euro e nove le persone denunciate all’Autorità Giudiziaria per traffici illeciti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *