“La lunga notte del dottor Galvan” , in scena al Teatro Giù La Maschera di Bari- Carbonara, Sabato 9 novembre, alle 20.30

L’allestimento che la compagnia TeatrAmico propone dell’opera di Daniel Pennac è fortemente innovativo, un esperimento  che intende offrire un nuovo volto  al Teatro di prosa, attraverso l’utilizzo di una scenografia multimediale ibrida, con proiezioni in video-mapping 3D su diverse superfici.

Il protagonista – superbamente interpretato dall’attore Gennaro Giuliano – si intrattiene a parlare con uno scrittore e decide di raccontargli un episodio accaduto 20 anni prima.  Impegnato in un turno di guardia al pronto soccorso di un grande ospedale parigino, affollato, come di consueto, da una miriade di pazienti, si perde in un incessante via vai di pensieri,  fino al momento in cui si ritrova dinanzi ad un uomo seduto su una sedia che ripete la frase «non mi sento tanto bene».

Il paziente viene sottoposto al consulto dei migliori esperti della clinica ma, dopo ogni diagnosi, i sintomi che egli presenta sembrano scomparire e lasciar posto ad altri sempre nuovi in una rocambolesca corsa da un reparto all’altro che ha del comico, grottesco quasi, in un quadro in cui sembra si animino solo incertezze e rimpalli di responsabilità.

Quando ogni speranza sulla sua salute inizia a scemare, Galvan si dispera: per il ‘dottorino’ il destino dello sconosciuto è questione di vita o di morte, ne va del suo prestigio, della sua futura carriera e soprattutto comprometterebbe il suo sogno di decorare il suo agognato ‘biglietto da visita’. Dopo un ventennio dall’accaduto, ritroviamo Galvan assorto nei suoi ricordi e intento a curare “altro” con grande acredine nel suo animo.

Allora si interroga su cosa sia il destino chiedendosi se siamo noi stessi artefici della nostra vita oppure alcune volte qualcuno o qualcosa di inspiegabile ci fa inaspettatamente cambiare i nostri progetti. Galvan  è un personaggio estremamente pennacchiano: non si tratta né di un eroe né di un antieroe, ma di un uomo comune conscio dei suoi limiti e difetti, con il desiderio di migliorare e vivere al meglio la propria vita. Carismatico e divertente,  racconta quello che tutti noi siamo: uomini che hanno le loro piccole ossessioni e che ricercano in tutto quello che fanno un motivo per essere felici. L’atmosfera percepita è sempre ridanciana e piacevole, anche quando si presentano al protagonista situazioni problematiche e quando comprendiamo che, dietro alle divertenti battute, si nasconde un’amara verità.

Info e prenotazioni disponibili
389 9109803

Teatro Giù la maschera di Bari- Carbonara​
Via Ospedale Di Venere, 36

Galvan

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *