Lama Palomba sommersa da rifiuti e sporcizia. Ma a che servono le segnalazioni se poi chi deve non risponde?

lama palomba

È la domanda dei Rangers d’Italia (Puglia), e di noi tutti, davanti allo scempio compiuto dai soliti incivili su una delle più belle spiagge libere del litorale barese da Cozze a Mola di Bari.

«Fra non molto – dicono i Rangers – la spiaggia sarà fruibile per la bella stagione. Ma in che stato? Inoltre, i cittadini, da cui arrivano le segnalazioni, sono stanchi di dover combattere l’occupazione selvaggia dei proprietari di tende e camper che, ignorando impunemente i divieti di ordinanza balneare, limiteranno anche quest’anno –  come sempre – il legittimo uso della spiaggia. È una situazione che noi Rangers seguiamo da almeno due anni –  affermano – più volte segnalata al Comune di Mola, da cui, purtroppo, non abbiamo avuto ancora risposte. Dunque, a che servono le segnalazioni se la  spiaggia continua ad essere occupata arbitrariamente da gente che ne diventa, per il periodo estivo, padrona assoluta? E che la utilizza impropriamente per grigliate e barbecue, oltre che come discarica dei propri bisogni fisiologici, rendendo l’ambiente maleodorante e precario dal punto di vista igienico sanitario? Tra l’altro raggiungerla in piena estate, specie la domenica, è davvero una impresa, per via dell’unico accesso su una strada, neanche troppo grande, a senso unico alternato. Inimmaginabile. Certo, noi continuiamo a segnalare dando voce  alle rimostranze dei cittadini, ma se nessuno risponde, a che serve?».

lama palomba

 

 

 

lama palomba

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

lama palomba

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

rangers

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *