Maresciallo dei CC ucciso, Conte, “E’ una giornata di lutto per L’Arma”

E’ morto all’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza il maresciallo dei carabinieri Vincenzo Di Gennaro, di 46 anni, ferito questa mattina in un agguato. È accaduto a Cagnano Varano in provincia di Foggia. Il militare, originario di San severo, è stato colpito a morte da un proiettile partito da una calibro 9 in possesso del pregiudicato 64enne Giuseppe  Papantuono. Alcuni giorni fa, in seguito ad una perquisizione per droga, il pluripregiudicato aveva minacciato di morte i carabinieri, urlando «ve la farò pagare, vi sparo». L’omicidio, avvenuto mentre il maresciallo era in servizio per sedare una lite famigliare, assume il carattere di una vendetta. Il Papantuono è stato catturato e portato in caserma a Vico del Gargano.

Il messaggio Facebook dell’Arma in ricordo del maresciallo maggiore :
“Una vita umana vale il mondo intero. Lo ha ucciso un uomo con precedenti penali, che ha estratto una pistola in occasione di un controllo e ha sparato ferendo anche un altro carabiniere, al quale vanno i nostri auguri di pronta guarigione. Il maresciallo era celibe e non lascia figli, diranno le prime note di agenzia. Ma tutti noi ne siamo orfani. I familiari, gli amici, i colleghi. Chiunque abbia a cuore la giustizia e conosca il valore della vita. Arrivederci nel cielo, Vincenzo. Il viaggio ti sia lieve”.

 

 

Un pensiero riguardo “Maresciallo dei CC ucciso, Conte, “E’ una giornata di lutto per L’Arma”

  • 13 Aprile 2019 in 23:14
    Permalink

    E’ vero quanto scritto dall’Arma che, chiunque abbia a cuore la giustizia e conosca il valore della vita, si sente orfano per questa perdita. Non è, dunque, una giornata di lutto solo per L’Arma, ma per ognuno di noi.

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *