Pestati senza motivo da giovani sconosciuti, 3 ragazzi all’ospedale, due gli episodi, a Foggia e a Cerignola

Aggressioni senza senso e senza un perché, ammesso che ci possa essere un perché alla base di una violenza quasi a renderla appena appena “lecita”. Si parla di aggressioni perché, di fatto, gli episodi sono stati due, uno a Foggia l’altro a Cerignola. Il filo conduttore che rende simili i due fatti è che, aggressori e aggrediti, sono giovanissimi, praticamente coetanei, e che tra loro non si conoscono. Insomma, perfetti sconosciuti che decidono, forse per gioco, di picchiare improvvisamente altrettanti sconosciuti. Un nuovo sport? Un nuovo inquietante passatempo giovanile? Probabilmente non lo sapremo mai.

Quello che si sa, invece, è che due ignari ragazzi, di 17 e 19, mentre si trovavano nei pressi della villa comunale di Cerignola, sono finiti all’ospedale, ricoverati, picchiati a sangue, il primo dimesso con una prognosi di 30 giorni, per una frattura del setto nasale, l’altro, il 19enne, trasferito d’urgenza all’ospedale di San Giovanni Rotondo, per una sospetta frattura della mandibola.

L’altra aggressione, anche questa inspiegabile, è avvenuta a Foggia durante una festa di fine estate nel parco di città. Un gruppo di adolescenti ha circondato due coetanei, di 16 e 17 anni, pestandoli, fino a che il diciassettenne non è stato soccorso, portato all’ospedale e dimesso, con una prognosi di 10 giorni. Naturalmente su entrambi gli episodi i Carabinieri hanno avviato le indagini.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *