“Popcorn Beach”, tra il sole e il mare, a piedi nudi sul mais scoppiettato

A Fuerteventura, una delle isole delle Canarie più visitate ed amate dai turisti provenienti da tutto il mondo, esiste una spiaggia che stuzzica  molto l’appetito. Si trova esattamente sulla costa nord orientale dell’isola Corralejo, un paese di circa 13.000 abitanti ed il suo  nome è Playa de Majanicho. Tutti la conoscono solo con il suo nomignolo: “Popcorn Beach” in quanto – a causa dell’erosione marina messa in atto dal continuo moto ondoso dell’Oceano Atlantico – il corallo bianco, ormai senza vita, viene sbriciolato e i suoi frammenti, sono simili a dei popcorn,  trasportati dalle onde fin sulla sabbia.

Da lontano sembra una normale spiaggia di ciottoli bianchi, ma se ci si avvicina ci si può rendere facilmente conto che in effetti il corallo crea un vero e proprio tappeto che sembra essere fatto di mais appena “scoppiettato”. Questo singolare e suggestivo fenomeno ha reso  “Popcorn Beach” molto famosa. È diventata un vero cult estivo ed i turisti che hanno la fortuna di visitarla tempestano Istagram di foto che sembrano dei veri e propri fotomontaggi. Fra l’altro questa spiaggia   è un posto perfetto per praticare sport acquatici per cui  ogni anno viene visitata da surfisti e sportivi provenienti da tutti gli angoli del globo. Altro motivo per visitare questo luogo ameno è il clima secco e mite 365 giorni all’anno.  Ogni momento dell’anno è dunque ideale per scoprire gli angoli segreti della “Popcorn Beach” ed ammirare la  bellezza incantevole di coralli  trasformati in piccoli capolavori della natura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *