Un nuovo caso di Seu in Puglia, una bambina di 1 anno ricoverata in gravi condizioni al pediatrico Giovanni XXIII

La bambina, di origini bitontine, attualmente si trova in terapia intensiva per aver contratto la sindrome emolitico-uremica, meglio conosciuta come Seu. La patologia, quando colpisce i bambini può portare ad una insufficienza renale acuta, specie nei primi anni di vita o addirittura avere un decorso grave e perfino fatale. Di solito compare come una complicazione di una infezione dell’intestino dovuta alla presenza dei pericolosi batteri Escherichia coli. Il più delle volte è trasmessa dal contatto con animali infetti o con ambienti contaminati o addirittura attraverso il contatto “indiretto” con materiale fecale (ad esempio le mani non perfettamente lavate). Sono in corso accertamenti e analisi dei NAS sugli alimenti consumati dalla piccola per individuare il focolaio di infezione. Secondo l’ultimo bollettino medico la bambina non avrebbe più la funzione epatica, né quella renale. I medici si sono riservati la prognosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *